La metafisica della connessione nell’enciclica Laudato si’

Giulia Lombardi

The metaphysics of interrelatedness in Laudato Si’

abstract

According to the purpose of the afternoon session, namely to draw a road-map, to take forward the vision and mission of Laudato si’, in my communication, with the help of Greek philosophers, I’ll outline in some interrelated steps the lessons of the encyclical on the issues about the common home: 1. Taking into account metaphysics, the Greek notion of sophia, in order to avoid a partial interpretation of reality; 2. For sophia, increasingly acquired by human beings through learning-teaching relation to convey explanation – and not by means of an isolated accumulation of information – allows a panoramic view over realities, i.e. the Greek notion of theoria; 3. And theoria  allows to look at the multiplicity of reality in its unity, thanks to strong bonds, in Greek syndesmoi, connecting one thing with another in such way to form a real network; 4. For unity strengthened by syndesmoi exhibits a beautiful order, in Greek kosmos; 5. Finally, after acquiring farsightedness, realizing that the road-map is indeed a stepping stones upward journey all the sciences together are going on, aiming at the end of the kosmos with the awareness that there is an ultimate end outside our cosmos, which explains its inseparable connected unity.

Rispettando lo scopo della sessione pomeridiana, cioè quello di tracciare una road-map che tenga viva la visione e missione della Laudato si’, nella mia comunicazione, con l’aiuto dei filosofi greci, presenterò schematicamente in punti-guida interrelati gli ammonimenti presenti nell’enciclica sulle questioni riguardanti la casa comune: 1. Tenere conto della metafisica, la nozione greca di sophia, per evitare una interpretazione parziale della realtà; 2. la sophia, infatti, acquisita in crescendo dagli esseri umani per spiegazione, grazie alla relazione insegnamento-apprendimento – e non per mezzo di un isolato accumulo di informazione – permette una visione panoramica sulle realtà, cioè la nozione greca di theoria; 3. e la theoria permette di guardare alla molteplicità della realtà nella sua unità, grazie a forti legami, in greco syndesmoi, che connettono una cosa con l’altra in modo tale da formare una rete; 4. Infatti, l’unità tenuta insieme dai syndesmoi realizza un bell’ordine, in greco kosmos; 5. Infine, avendo acquistato una vista acuta, rendersi conto che la road-map altro non è che la salita di una gradinata fatta da tutte le scienze insieme, che punta al fine del kosmos, nella consapevolezza che c’è un fine ultimo al di fuori del nostro cosmo che spiega la sua inseparabile unità connessa.

 

Alleanza per la cura della casa comune – Sabato 2 dicembre Ambasciatore dell’Italia presso la Santa Sede “Agenda 2030 e Laudato si'”

Alleanza per la cura della casa comune – COP 2017 @franceculture

COP 2017 programma radio @franceculture

Papa Francesco: Per la nostra casa comune

Dal Messaggio di Papa Francesco per la 51a giornata mondiale per la pace

Il Cardinale Peter Turkson all’Inaugurazione del Joint Diploma

Il Card. Peter Turkson presente all’Inaugurazione del Joint Diploma

Il giorno 9 novembre si è svolta la prima giornata di lezioni del diploma, in un’aula gremita. La giornata è stata aperta da un ricco evento inaugurale, con la presenza fra altre autorità, del Card. Peter Turkson.

9 novembre – inaugurazione del Joint Diploma

Joint Diploma – Contatti per iscrizione

Comunicato stampa – Joint Diploma in Ecologia integrale a partire dalla LAUDATO SI’

ALLEANZA LAUDATO SI’

PER LA CURA DELLA CASA COMUNE

Un’iniziativa condivisa fra le Università e gli Atenei Pontifici di Roma

“Rivolgo un invito urgente a rinnovare il dialogo sul modo in cui stiamo costruendo il futuro del pianeta. Abbiamo bisogno di un confronto che ci unisca tutti, perché la sfida ambientale che viviamo, e le sue radici umane, ci riguardano e ci toccano tutti. … Tutti possiamo collaborare come strumenti di Dio per la cura della creazione, ognuno con la propria cultura ed esperienza, le proprie iniziative e capacità”. (Laudato si’, n. 14)

In risposta al forte appello che papa Francesco rivolge a tutte le persone di buona volontà nell’enciclica Laudato si’, e raccogliendo la sua “sfida educativa” (Laudato si’, n. 209), le Università e gli Atenei Pontifici di Roma hanno costituito un’alleanza per la cura della nostra casa comune, la Terra. L’obiettivo principale è quello di diffondere la visione e la missione che Laudato si’ affida alla Chiesa tramite la formazione. 

Si tratta di un percorso formativo attivato per un quinquennio, consistente in Diplomi annuali, una serie di Tavole rotonde sui temi inerenti l’enciclica, e la promozione di nuovi corsi sulla cura del creato nei curricoli accademici delle varie facoltà pontificie. L’iniziativa è nata come frutto di una proficua e significativa esperienza di collaborazione tra alcuni professori delle varie università e atenei pontifici di Roma per promuovere l’accoglienza delle esortazioni dell’enciclica. Il progetto è stato in seguito approvato dalla Conferenza dei Rettori delle Università Pontificie Romane e ha anche ricevuto un particolare apprezzamento da parte della Congregazione per l’Educazione Cattolica.

Il “fiore all’occhiello” dell’intero progetto è il Joint Diploma in Ecologia Integrale, perché è il frutto della collaborazione, del coordinamento e della partecipazione di tutte le Università e degli Atenei pontifici di Roma, ciascuna istituzione rappresentata nel Comitato Scientifico :

  • prof. Prem Xalxo,  xalxo@unigre.it (Pontificia Università Gregoriana),
  • prof.ssa Giulia Lombardi, g.lombardi@urbaniana.edu (Pontificia Università Urbaniana),
  • prof. Massimo Losito,  massimo.losito@upra.org (Pontificio Ateneo Regina Apostolorum),
  • prof. Ivan Colagé, i.colage@antonianum.eu (Pontificia Università Antonianum),
  • prof. Antonio Porras,  porras@pusc.it (Pontificia Università della Santa Croce),
  • prof. Thomas Michelet,  frtmop@gmail.com (Pontificia Università San Tommaso, Angelicum),
  • prof.ssa Claudia Caneva,  claudiacaneva@libero.it (Pontificia Università Lateranense),
  • prof. Ruberval Monteiro da Silva,  r.monteiro@anselmianum.com (Pontificio Ateneo Sant’Anselmo),
  • prof. Joshtrom Isaac Kureethadam,  joshtrom@unisal.it (Università Pontificia Salesiana) 

L’anno accademico inizierà il 9 novembre 2017 e si concluderà il 14 giugno 2018.

Il Diploma (brochure) si sviluppa in sei moduli di lezioni, corrispondenti ai sei capitoli in cui si articola l’enciclica Laudato si’.

Il primo modulo, coordinato dal prof. Joshtrom Isaac Kureethadam (joshtrom@unisal.it) si focalizza sulla domanda posta dal Papa: “Cosa sta succedendo alla nostra casa comune?”, e prevede interventi da parte del prof. Joshtrom Isaac Kureethadam dell’Università Pontificia Salesiana, del prof. Antonello Pasini del Consiglio Nazionale delle Ricerche, e della prof.ssa Christine Gautier della Pontificia Università San Tommaso, Angelicum.

Il secondo modulo, coordinato dal prof. Prem Xalxo (xalxo@unigre.it), approfondisce “Il Vangelo della creazione” ed è affidato al prof. Prem Xalxo della Pontificia Università Gregoriana e al prof. Antonio Porras della Pontificia Università della Santa Croce.

Il terzo modulo, coordinato dalla prof.ssa Giulia Lombardi (g.lombardi@urbaniana.edu), si concentra su “La radice umana della crisi ecologica” con gli interventi della prof.ssa Giulia Lombardi e della prof.ssa Lorella Congiunti della Pontificia Università Urbaniana.

Il quarto modulo, coordinato dal prof. Massimo Losito (massimo.losito@upra.org), affronta il tema della “Ecologia integrale”, ed è affidato al prof. Massimo Losito del Pontificio Ateneo Regina Apostolorum e al dott. Tebaldo Vinciguerra del Dicastero per lo Sviluppo Umano Integrale.

Il quinto modulo,  “Linee d’azione”, è guidato dal dott. Tomás Insua del Global Catholic Climate Movement, dal prof. Vincenzo Buonomo della Pontificia Università Lateranense, e dalla dott.ssa Lorna Gold di Trócaire in Irlanda.

Il sesto e ultimo modulo, coordinato dal prof. Ivan Golagé,  i.colage@antonianum.eu,si concentrerà su “Educazione e spiritualità ecologica”, con gli interventi del prof. Ivan Colagé e del prof. Luca Parisoli della Pontificia Università Antonianum, e del prof. Ruberval Monteiro da Silva del Pontificio Ateneo Sant’Anselmo.

il Diploma prevede anche la partecipazione degli iscritti ai Laboratori “Segni di Speranza” coordinati dalla dott.ssa Cecilia Dall’Oglio del Global Catholic Climate Movement di Roma. I laboratori offriranno un’immersione diretta in alcune concrete esperienze intorno alle tematiche dell’eco-giustizia, l’economia sostenibile, l’educazione ecologica, e la spiritualità ecologica.

 

Ci sarà anche una Tavola rotonda sul tema: Le religioni e la cura della casa comune presso la Pontificia Università Urbaniana il 21 febbraio 2018 e alla quale parteciperanno gli iscritti al Diploma di quest’anno.

Le Tavole rotonde dei prossimi anni saranno sui seguenti temi: l’educazione ecologica; l’ecologia integrale; l’antropologia integrale; la teologia del creato.

 

Il Joint Diploma ha una valenza complessiva di 12 ECTS.

 

L’iscrizione per il Joint Diploma deve effettuarsi presso la Segreteria Generale dell’Università Pontificia Gregoriana, sede amministrativo-accademica del Diploma, dal 22 settembre al 3 novembre 2018. La tassa di iscrizione è di € 300 (più € 70 per la richiesta della pergamena) per tutti, e di € 150 (che include il costo della pergamena) per gli studenti già iscritti a una facoltà pontificia.

 

Possono iscriversi al Joint Diploma gli studenti delle varie facoltà pontificie e degli istituti superiori di scienze religiose; membri dei vari ordini religiosi e congregazioni residenti a Roma e dintorni; sacerdoti della diocesi di Roma e delle diocesi limitrofe. Il Diploma è aperto anche ai catechisti, operatori pastorali nelle varie parrocchie di Roma e dintorni, animatori dei gruppi giovanili, volontari, operatori sociali e culturali, mediatori interculturali e della comunicazione, e a quanti fossero interessati, avendo come titolo previo di studi una qualsiasi laurea di primo livello o anche con un diploma di scuola superiore.

Le lezioni del Joint Diploma si terranno il secondo giovedì di ogni mese durante i due semestri dell’anno accademico (2017: 9 novembre, 14 dicembre; 2018: 11 gennaio, 8 marzo, 12 aprile, 10 maggio).

Gli orari delle lezioni sono dalle ore 15.00 alle ore 18.15.

Le lezioni e le Tavole rotonde si terranno nelle sedi delle varie università e atenei pontifici aderenti all’iniziativa.

L’ultimo giorno per consegnare la Tesina finale sarà il 30 maggio 2018 mentre la data dell’esame finale (lectio coram) sarà il 14 giugno 2018.

 

Ai candidati che avranno completato con successo il percorso sarà conferito il certificato del Joint Diploma, congiuntamente firmato da tutti i Rettori delle università e atenei pontifici aderenti all’iniziativa della Alleanza Laudato Si’ per la cura della casa comune.

 

            L’Alleanza Laudato si’ per la cura della casa comune sarà coordinata da un apposito Advisory Board presieduto dal Card. Peter Turkson, presidente del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale e composto da vari leader ecclesiali, religiosi e sociali, illustri accademici di varie parti del mondo, e da tutti i Rettori delle università e atenei pontifici di Roma.

     

Laudato si’, sia lodato il Signore, che continua a suscitare, anche tramite questa iniziativa, nuovi apostoli del “Vangelo della creazione” per la cura della nostra casa comune in quest’epoca di emergenza planetaria.