Categorie
Podcast

Mercoledì Cateriniani feb 21, 2018 Padre Antonio Cocolicchio OP

https://www.podbean.com/media/share/pb-4xqsn-8a3ccb

 

Mercoledì Cateriniani 21 02 2018

Verso il Sinodo dei Vescovi 2018
Discernimento e innamoramento

Un itinerario di fede con santa Caterina da Siena

Mercoledì 21 febbraio 2018-fra Antonio Cocollcchio O.P.
CHI SEI TU E CHI SON0 IO?

‘Vorrei dire a chi ha perso Ia forza di cercare. è stanco, a chi, sovrastato dalle oscurità della vita, ha spento il desiderio alzati, coraggio. La luce di Gesù sa vincere le tenebre più oscure ; alzati, coraggio! (…) Chi vuole Ia luce, infatti, esce da sé e cerca non rimane al chiuso, fermo a guardare cosa succede attorno, ma mette in gioco la propria vita ; esce da sé. La vita cristiana è un cammino continuo, fatto di speranza, fatto di ricerca.”
(Papa Francesco, 6. 1. 2017)

“Mi vengono in mente le parole che Dio rivolse ad Abramo : «Vattene dalla tua terra, dalla tua parentela e dalla casa di tuo padre, verso la terra the io ti indicherò» (Gen 12, 1). Queste parole sono oggi indirizzate anche a voi : sono parole di un Padre che vi invita a “uscire” per lanciarvi verso un futuro non conosciuto ma portatore di sicure realizzazioni, incontro al quale Egli stesso vi accompagna.
Vi invito ad ascoltare la voce di Dio che risuona nei vostri cuori attraverso il soffio dello Spirito Santo.”

(Lettera di Papa Francesco ai giovani. 13. 1. 2017)

 

Si slarghi, figliola, il tuo cuore, e apri I’occhio dell’intelletto col lume della fede, a vedere con quanto amore e prowidenza Io ho creato e armonizzato I’uomo in modo che goda del mio sommo ed eterno bene. (…)
Ho detto a te tutto questo, che dentro all’anima riguarda la vostra salvezza, per farti innamorare e vestire col lume della fede, con ferma speranza nella mia prowidenza, e perché tu getti te fuori di te, e in ciò che tu hai da fare speri in me.

{S. Caterina da Siena, Dialogo, c. 148)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.